Blefaroplastica | Vincenzo Del Gaudio

CHIRURGIA ESTETICA

Blefaroplastica

Lifting della palpebra

La blefaroplastica, conosciuta anche come lifting della palpebra, è una procedura di chirurgia estetica, tra le più semplici e le più veloci, mirata all’eliminazione dell’eccesso di pelle o del rilassamento cutaneo attorno agli occhi e, quindi, alla risoluzione del problema delle palpebre cadenti che possono essere causa di problemi alla vista, borse gonfie e occhiaie.
L’indicazione medica può variare di paziente in paziente in base alle proprie esigenze: alcuni potrebbero necessitare solo di un intervento parziale, ovvero, solo alle palpebre superiori o inferiori, altri potrebbero essere candidati per una risoluzione più completa e, pertanto, richiedere di un intervento su entrambe le parti.

Il candidato ideale

Il candidato ideale, di conseguenza, è colui o colei che presenta gli inestetismi sopra citati – quali palpebre cadenti, pelle flaccida, borse gonfie e/o occhiaie intorno agli occhi – e che desidera uno sguardo più aperto, giovane e luminoso.
Il paziente dovrà essere altresì relativamente in buona salute (si sconsiglia nelle persone che soffrono di ipertensione arteriosa, diabete e malattie coronariche) e non dovrà essere soggetto a particolari patologie della palpebra (glaucoma, distacco della retina, etc.); tuttavia, potrà discutere di determinate condizioni con il chirurgo in sede di visita e valutare possibili soluzioni.
L’età indicativa per questo intervento è compresa, orientativamente, tra i 30 e i 60+ anni, ovvero quando la pelle inizia a perdere la sua naturale elasticità e quando i segni del tempo sono più marcati ed evidenti.

  • A chi si rivolge: uomini e donne a partire dai 18 anni
  • Durata intervento: circa 1 ora
  • Anestesia richiesta: locale con sedazione
  • Effetti: permanenti
  • Tempi di recupero: 5 giorni
  • Costo: parziale, a partire da € 3.000; totale, a partire da € 4.500; (secondo ampiezza e difficoltà dell’intervento)
  • Dove: Firenze, Roma, Trento, Torino, Palermo, Verona, Reggio Emilia, Parma.

Il pre operatorio, la procedura chirurgica e il post operatorio

Prima di procedere all’intervento, il chirurgo dovrà effettuare un attento esame clinico generale e verificare l’eventuale presenza di problemi che possano compromettere l’esecuzione dell’intervento.
Questo tipo di operazione non richiede una preparazione particolare, salvo le tradizionali indicazioni pre-operatorie come, ad esempio, quella di evitare di fumare o di non assumere aspirina. Si effettua in day surgery poiché non necessita un ricovero precedente o successivo all’operazione.
Durante l’intervento, spesso eseguito in anestesia locale con sedazione, il chirurgo procederà effettuando una sottile incisione nella piega naturale della palpebra superiore (blefaroplastica superiore) e nella linea delle ciglia inferiori (blefaroplastica inferiore), al fine di nascondere al meglio gli esiti cicatriziali, dal quale estrarrà gli eccessi adiposi e la pelle in eccesso.
Verranno posti, in seguito, dei punti di sutura che vengono rimossi dopo 3-4 giorni.
Anche se l’intervento è di semplice esecuzione e rapida ripresa, è consigliato chiedere un ausilio per poter tornare a casa dopo l’intervento e prendere qualche giorno di riposo al fine di una guarigione ottimale.
Sarà il chirurgo a consigliare delle soluzioni medicali, come un collirio, per affrontare al meglio il post operatorio od offrire suggerimenti per accelerare il recupero e ridurre i possibili gonfiori o ecchimosi.

Richiedi Informazioni
Ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679 in materia di Protezione dei Dati Personali, autorizzo Vincenzo Del Gaudio al trattamento dei dati personali inseriti nel presente modulo. Per maggiori informazioni leggi qui Privacy Policy

Illustrazioni intervento

Possibili rischi e complicanze

Come in ogni procedura chirurgica, è necessario considerare le possibili, seppur rare, complicanze. Si potrebbero presentare un’infezione, facilmente prevenuta o risolvibile attraverso una cura antibiotica; inoltre, una rimozione eccessiva di pelle potrà impedire la normale chiusura delle palpebre determinando una conseguente secchezza oculare e della cornea, fotofobia o rossore. Molte di queste eventuali complicanze si risolvono spontaneamente col tempo.

Foto interventi

Contatti