Ginecomastia | Vincenzo Del Gaudio

CHIRURGIA ESTETICA

Ginecomastia vera

e Lipomastia

L’intervento per ginecomastia ha l’obiettivo di eliminare il cosiddetto “seno maschile” sviluppatosi nell’uomo a causa di squilibri ormonali – che hanno determinato la formazione della mammella (ginecomastia vera) – o per via di un anomalo accumulo adiposo nell’area interessata (ginecomastia falsa o lipomastia).

Il candidato ideale

Il candidato ideale è un uomo di qualsiasi età che abbia superato la fase puberale, affetto di ginecomastia vero o falsa, che vorrebbe snellire e virilizzare il proprio torace. A confermare o meno la presenza della ghiandola mammaria è un esame ecografico attraverso il quale il chirurgo deciderà per quale via procedere. In seguito all’operazione, il paziente presenterà in via definitiva, un torace tonico e primo di protuberanze.
L’intervento non è consigliato a soggetti obesi o a chi assume farmaci anabolizzanti, alcool o droghe leggere che possono causare l’insorgenza naturale dell’inestetismo.

  • A chi si rivolge: uomini a partire dai 18 anni
  • Durata intervento: 1 o 2 ore
  • Anestesia richiesta: locale (anche con sedazione) o generale senza intubazione
  • Effetti: permanenti
  • Tempi di recupero: 3 giorni
  • Pienezza del risultato: 1 mese
  • Costo: a partire da € 5.000 (secondo ampiezza e difficoltà dell’intervento)
  • Dove: Firenze, Roma, Trento, Torino, Palermo, Verona, Reggio Emilia, Parma.

Il pre operatorio, la procedura chirurgica e il post operatorio

In sede di visita, il chirurgo effettuerà un esame obiettivo per valutare la fattibilità dell’intervento e prescriverà determinati esami fondamentali per accertarsi della buona salute del paziente.
Il paziente, inoltre, dovrà rispettare le tradizionali indicazioni pre-operatorie assegnate come quella di astenersi dall’uso di nicotina e aspirina.
La procedura si effettua in day surgery: non è previsto, dunque, un ricovero preparatorio o successivo all’operazione.

GINECOMASTIA VERA
Questa procedura chirurgica viene spesso effettuata in anestesia locale con sedazione o, eccezionalmente, in anestesia generale senza intubazione.
Il chirurgo effettuerà un’incisione attorno all’areola o un’incisione verticale lungo il solco mammario e lungo la piega orizzontale inferiore del seno (incisione a T rovesciata) per procedere all’asportazione della ghiandola mammaria ipertrofica e il ripristino estetico dei volumi del torace.
In determinati casi, prima delle incisioni e per un risultato ottimale, potrà essere necessaria anche una liposuzione della zona trattata. Suturate le incisioni, il paziente dovrà indossare per i primi giorni una fascia compressivi al fine di agevolare al meglio la guarigione. Nella zona trattata potranno comparire dei gonfiori o ecchimosi che, col giusto trattamento consigliato dal medico, svaniranno nell’arco di 2 o 3 settimane.

GINECOMASTIA FALSA O LIPOMASTIA
Il trattamento per la lipomastia prevede una liposcultura pettorale al fine di armonizzare i volumi e aspirare il tessuto adiposo in eccesso che determina la protuberanza simile ad un seno femminile. Durante l’intervento, da effettuare in anestesia locale e per una durata di circa 1 o 2 ore, il chirurgo procederà con dei micro tagli dove inserire, sottocute, sottilissime cannule che, vibrando in punta ad altissima frequenza, consentono lo scioglimento del grasso e alla sua aspirazione, evitando traumi ai vasi sanguigni, al tessuto connettivo e alle fibre di sostegno della cute.
Durante il decorso post-operatorio, il paziente dovrà portare un bendaggio elastico compressivo e modellante per il perfetto adeguamento della cute al nuovo contorno e la riduzione delle possibili ecchimosi che svaniranno nell’arco di 2 o 3 settimane.

Richiedi Informazioni
Ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679 in materia di Protezione dei Dati Personali, autorizzo Vincenzo Del Gaudio al trattamento dei dati personali inseriti nel presente modulo. Per maggiori informazioni leggi qui Privacy Policy

Illustrazioni intervento

New title

Possibili rischi e complicanze

Come ogni procedura chirurgica, anche la ginecomastia può presentare rischi e complicanze. In ogni caso si tratterà di problemi facilmente risolvi attraverso una terapia antibiotica o eventuale ritocco chirurgico.
I probabili problemi possono concernere infezioni, perdita temporanea della sensibilità della zona trattata, necrosi, lievi asimmetrie, emorragie o cheloidi, questi ultimi in casi di cattiva cicatrizzazione.

Foto interventi

New title
Contatti